La Luce oltre la soglia
Sommario "La Luce oltre la soglia" Home page

IL SUFFRAGIO PER I DEFUNTI


Con la parola "suffragio" si indica l'aiuto che i viventi possono dare alle anime di coloro che soffrono nel Purgatorio. Le nostre preghiere per i defunti possono infatti dar loro un grande aiuto. Diceva S. Giovanni Crisostomo: Bisogna soccorrere i defunti non con le lacrime, ma con le preghiere, le elemosine e la carità.

l nostri Congiunti però non li perdiamo, ma soltanto ci precedono, ed un vincolo di religione ci unisce ad essi. Non vi rattristate per Coloro che dormono in pace: il Sangue di Gesù è la nostra speranza ed è salvezza per la vita eterna (S. Gaspare del Bufalo).

Il ricordo delle persone care, ora scomparse, è anche incitamento per una vita cristiana più fervorosa. Esse poi intercedono per noi e ci sono vicine, continuando in maniera invisibile quei legami che ci univano su questa terra.

Sommario




Presentazione 0_immagini/up.jpg

Con la parola "suffragio" si indica l’aiuto che i viventi possono dare alle anime di coloro che soffrono nel Purgatorio. Le nostre preghiere per loro possono infatti dar loro un grande aiuto. Diceva S. Giovanni Crisostomo: "Bisogna soccorrere i defunti non con le lacrime, ma con le preghiere, le elemosine e la carità ".

Anche S. Agostino sottolinea la grande importanza delle preghiere per i defunti dicendo: "Una lacrima per i defunti evapora, un fiore sulla tomba appassisce, una preghiera, invece, arriva fino al cuore dell’altissimo".

I morti chiedono "Pregate per noi" (1) 0_immagini/up.jpg

Esiste un'ampia letteratura esoterica sul funzionamento dei mondi spirituali, eppure poche persone possiedono oggi un'informazione chiara e precisa sulla questione. Basti pensare all'abbondantissima posta che ricevo dopo la pubblicazione dei miei libri, a proposito della guarigione e anche della Preghiera. Ultimamente ho ricevuto parecchie lettere provenienti da gruppi di pratica spiritica, stupiti nel veder apparire durante le proprie sedute medianiche anime dei defunti che, alla domanda "Cosa possiamo fare per voi?", rispondevano "Vorremmo che pregaste per noi".

In un'epoca in cui perfino la Chiesa ritiene che l'opera sociale, mondana, sia prioritaria rispetto alla Preghiera, ecco che ci giungono voci dall'Aldilà per chiederci di pregare per loro. Ciò dimostra che le anime dei defunti sono carenti di preghiere e sono costrette a presentarsi durante le sedute spiritiche per chiedere che si preghi per loro.

Riscoprire il valore della Preghiera (1) 0_immagini/up.jpg

Certamente il primo effetto, per la persona che prega, è quello di trovarsi liberata dalle preoccupazioni quotidiane. È difficile sfuggire a ciò che ci circonda e affrancarsi da tutte quelle cose senza una vera e propria importanza che costituiscono la nostra normalità e che ci impediscono di proiettare i nostri pensieri verso un ambiente puro (al di là dei problemi materiali), verso il Cielo.

I rumori, la televisione, la pubblicità, gli spettacoli vari, i dialoghi da cucina che si scambiano in famiglia sono altrettanti muri che ci impediscono di volar via verso l'astratto, verso ciò che è disinteressato. La Preghiera ci offre l'unica grande opportunità per evadere dalla vita quotidiana che ci opprime e, per molte, per moltissime persone, la Preghiera è davvero la sola e unica opportunità di cui dispongono per accedere a un mondo che non capiscono ma al quale credono.

Anche se la Preghiera non offrisse altro che questa via d'uscita, già sarebbe per il cittadino del mondo contemporaneo qualcosa di straordinariamente utile. Ancor più prodigioso e sorprendente è il fatto che la Preghiera produca degli effetti in quello da noi chiamiato "l'altro mondo", dove abitano le anime di coloro che hanno terminato la loro vita terrena.

In questo modo risiedono le anime dei defunti, dopo aver attraversato una sorta di lungo tunnel verso la Luce. Vi abitano per circa un terzo della durata del periodo trascorso sulla terra. Se un nostro caro è defunto e noi esprimiamo nei suoi confronti un ardente desiderio, ad esempio: "Quanto sarei felice se la tal persona fosse in pace e letizia!", tale desiderio arriverà a lui e gli porterà un messaggio di pace e d'amore.

Se dal nostro mondo materiale rinnoviamo i nostri desideri di bene e di felicità, di luce e d'amore, colui che abita nell'Aldilà riceverà un continuo bombardamento di affetto che rappresenta per lui la vita stessa, animata con la dolce qualità di cui la dotiamo.

Per questo motivo i defunti chiedono delle Preghiere, poiché la Preghiera è anche e soprattutto portatrice di un'idea e di un sentimento di benessere e di felicità. Ma la preghiera non si limita a produrre degli effetti nella persona alla quale è destinata.

La preghiera è una vera e propria Magia Bianca quando è impersonale, quando non mira a un obiettivo privato concreto, quando è lanciata nel Cosmo ad ogni buon conto, o meglio ancora quando si prega per recare soccorso, sollievo e salute a tutti coloro che soffrono.

Dona a loro o Signore up.jpg

Dona a loro, o Signore, l'eterno riposo, splenda ad essi la luce perpetua, riposino in pace,
Amen.

Requiem aeternam up.jpg

Requiem eternam dona eis, Domine; et lux perpetua luceat eis. Requiescant in pace.
Amen.

Per il giorno dei morti (2) up.jpg

Gesù mio, amor mio, ti ringrazio di avere ispirato alla tua Chiesa di consacrare questa festa nella quale i tuoi Angeli portano al tuo trono le nostre lagrime, le nostre preghiere, i nostri sacrifici a sollievo dei nostri cari morti. E voi, o Spiriti celesti, dite, dite ad essi che noi non li dimentichiamo, ma preghiamo per loro, e uniamo le nostre preghiere, le lagrime del nostro cuore ai nostri affanni, alle nostre angosce, il Sangue prezioso, tutti i meriti infiniti di Gesù Cristo, certi che i nostri pianti le inteneriscono, le nostre preghiere le sollevano, i nostri sacrifici le consolano.

Dolce Gesù, accendi nel mio petto il fuoco della divina carità e fa che ne arda, che mi impegni a soccorrere e a far soccorrere le povere anime del Purgatorio e a liberarle da quelli ardori potenti. Degnati, Divin Redentore, dolce Consolatore delle anime, gradire l'umile mia prece per l'anima di N... a me tanto cara, per la gloria del tuo Santo Nome e la gioia del tuo Sacro Cuore.
Amen.

Preghiera per le SS. Anime
di S. Bonaventura alla B. V. Maria (2)
up.jpg

Santa Maria, Madre di Dio, consolatrice degli afflitti e soccorso dei cristiani, dolce Vergine, Madre del nostro Salvatore Gesù e di tutti i fedeli, voi che siete pure la Madre di tutte le povere anime che tanto soffrono nel Purgatorio, io imploro con confidenza l'immensa bontà del vostro Cuore, e vi prego d'intercedere presso il vostro divin Figlio, affinché pei meriti del suo santo Sacrificio, le anime che sono punite e purificate col fuoco del dolore, come l'oro nel crogiuolo, ottengano il sollievo e la liberazione alla quale aspirano.Così sia.
- S. Pelm.

Preghiera di S. Ambrogio 0_immagini/up.jpg

O Signore, accorda a N... il riposo che hai preparato per i Santi. Io l’amavo e non lo lascierò finché per le preghiere non sarà ricevuto lassù, sul monte santo di Dio, dove lo chiamano i cari che l’anno preceduto.

Per un defunto 0_immagini/up.jpg

O Dio, che ci hai resi partecipi del mistero del Cristo crocifisso e risorto per la nostra salvezza, fa’ che il nostro fratello N..., liberato (la nostra sorella ... liberata) dai vincoli della morte, sia unito alla comunità dei Santi nella Pasqua eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Per una vedova 0_immagini/up.jpg

O Padre delle misericordie, o Dio d’ogni consolazione, ora io posso con la maggior fiducia rivolgermi a voi, che vi prendete cura speciale dei tribolati e derelitti. Deh! caro Padre, caldamente vi prego assistetemi, vedova infelice; assistete gli orfani miei figli.

Fate che anelando al vostro regno e alla vostra giustizia, sempre viviamo in essa, sicuri che del resto ci provvederete colla vostra infinita bontà.

Giusto Iddio! Voi toglieste a me lo sposo, ai figli il padre. Tutto voi ordinaste per il meglio: adoro i vostri decreti ed umiliata ad essi mi sottometto. Ora potrò con cuore indiviso servirvi e più strettamente unirmi a voi. Prima dovevo piacere anche allo sposo, ora dovrò piacere a voi soltanto.

Si, vi amerò con tutta l’anima e farò ogni sforzo perché vi amino anche i miei figlioli. Ma voi ravvivate sempre più in essi, e in me, il vostro santo amore, affinché possiamo tutti cantare in cielo le vostre misericordie. Così sia.

Per i genitori defunti 0_immagini/up.jpg

O Dio, che ci comandi di onorare il padre e la madre, apri le braccia della tua misericordia ai miei (nostri) genitori defunti: perdona i loro peccati, e fa’ che un giorno possa (possiamo) rivederli con gioia nella luce della tua gloria. Per Cristo nostro Signore. Amen.

Per la morte di un figlio 0_immagini/up.jpg

O mio Salvatore, che avete sofferto per amor mio tutti i dolori della Passione, fino alla morte più crudele, io non rifiuto, per quanto mi costi, di prender parte al vostro calice di amarezze: vi offro il mio cuore straziato, ma sottomesso.

Voi m’avevate dato in quel fanciullo così teneramente amato, la più dolce felicità del mondo; ma accetto, per quanto mi è dato nella desolazione in cui mi trovo, la condanna con la quale me lo avete tolto. Sì, mio Dio, mio Creatore, Padrone di tutte le cose, io mi sforzo col vostro servo Giobbe, di benedire la vostra santa mano in questa prova, ed abbandonarmi interamente e senza riserva alla vostra santa volontà che non voglio né vorrò mai chiamare crudele.

O mio Consolatore! voi non condannerete le lagrime d’una madre, voi che avete pianto sopra un amico! Non permettete però che mi sfugga, nel dolore, una sola parola che possa spiacervi. Io detesto fin d’ora ogni lamento, perfino ogni pensiero che non sia conforme alla sottomissione cristiana e assoluta che io debbo al mio Dio.

Datemi la forza di essere sempre attenta al benessere di coloro che mi circondano, vigilante per trattenere la mia immaginazione quando il dolore la svia, e coraggiosa per rialzare l’animo abbattuto. Vergine Santa e Madre dei dolori! unisco il mio dolore al vostro: apritemi il vostro cuore, rifugio e modello delle madri desolate: ed ottenetemi con le vostre preghiere, che io accetti come voi la spada che mi ha trafitto il cuore, resti coraggiosa ai piedi della croce e là io viva e muoia sottomessa e rassegnata. Amen.

Per tutti i defunti 0_immagini/up.jpg

Amabilissimo Gesù, umilmente ti prego d’offrire tu stesso all’Eterno Padre, per le anime sante del Purgatorio, il Sangue Preziosissimo scaturito dalle piaghe del tuo Corpo adorabile nella tua agonia e nella tua morte.

Ed anche tu, addolorata Vergine Maria, presentagli con la dolorosa Passione del tuo Figlio diletto, tutti i dolori sofferti nel tuo cuore affinché esse ottengano refrigerio e libere dai loro tormenti cantino in eterno nel cielo le divine misericordie. Amen.
- S. Pelm

Novena per i defunti (2) up.jpg

O dolcissimo Gesù, per il sudore di Sangue che patiste nell'Orto di Getsemani, abbiate pietà delle sante Anime del Purgatorio, e di quella in particolare, che fu più devota della SS. Trinità.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per i tormenti che soffriste nella vostra crudelissima flagellazione, abbiate pietà di quelle benedette Anime, e di quella particolarmente che è stata più devota dell'amabilissimo vostro Cuore.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per i dolori che soffriste nella vostra penosissima coronazione di spine, abbiate pietà di quelle benedette Anime, e di quella in particolare che fu più devota dell'immacolato Cuor di Maria.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene Pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per gli affanni che soffriste nel portare la Croce al Calvario, abbiate pietà di quelle benedette Anime e di quella particolarmente che è la più vicina ad uscire da quel carcere tremendissimo.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per gli spasimi che soffriste nella vostra crudelissima crocifissione, abbiate pietà di quelle benedette Anime e di quella specialmente che voi sapete essere fra tutte più abbandonata di particolare suffragio.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per le pene che soffriste nella amarissima agonia che aveste sulla croce, abbiate pietà di quelle benedette Anime, e di quella particolarmente, che tra tutte dovrebbe essere l'ultima ad uscire da tante pene.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

O dolcissimo Gesù, per quel dolore intenso che soffriste, quando spiraste l'Anima vostra benedetta, abbiate pietà di quelle sante Anime, e di quella per la quale ho le maggiori obbligazioni.
Abbiatene pietà, Gesù, abbiatene pietà.
Pater, Ave e Requiem.

La settimana per i defunti (2) up.jpg

Per la domenica
O Signore, Dio onnipotente, io vi prego per il Sangue prezioso che il vostro Divin Figlio Gesù ha sparso nell'Orto, liberate le Anime del Purgatorio, e singolarmente fra tutte la più abbandonata; e conducetela alla vostra gloria, dove essa Vi lodi e benedica in eterno. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il lunedì
O Signore, Dio onnipotente, vi prego, per il Sangue prezioso che il vostro Divin Figlio ha sparso nella dura flagellazione, liberate le Anime del Purgatorio e fra tutte singolarmente la più vicina all'ingresso della vostra gloria, perchè ella tosto incominci a lodarvi e benedirvi in eterno. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il martedì
O Signore, Dio onnipotente, vi supplico per il Sangue prezioso che il vostro Divin Figlio ha sparso nella sua acerba coronazione di spine liberate le Anime del Purgatorio, in particolare fra tutte quella che dovrebbe essere l'ultima ad uscire da tante pene, affinché non tardi a lodare la vostra gloria e benedirvi per sempre. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il mercoledì
O Signore, Dio onnipotente, vi prego per il Sangue prezioso che il vostro Divin Figlio ha sparso per le strade di Gerusalemme, col portare sulle sacrosante sue spalle la croce; liberate le Anime del Purgatorio e singolarmente quella che è più ricca di meriti innanzi a Voi, affinché nel sublime posto di Gloria, che aspetta, vi lodi altamente e vi benedica in perpetuo. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il giovedì
O Signore, Dio onnipotente, vi supplico per il prezioso Sangue del vostro Divin Figlio, che Egli medesimo nella vigilia di sua passione diede già in cibo e bevanda ai suoi cari Apostoli, e lasciò a tutta la Chiesa sua in sacrificio perpetuo quale vivifico alimento dei suoi fedeli: liberate le Anime del Purgatorio, e massimamente la più devota di questo mistero d'infinito amore, affinché Vi lodi per esso col vostro Divin Figlio, e collo Spirito Santo nella vostra gloria in eterno. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il venerdì
O Signore, Dio onnipotente, vi prego pel Sangue prezioso che il vostro Divin Figlio in questo giorno ha sparso sull'albero della Croce, massime dalle sue mani e piedi santissimi; liberate le Anime del Purgatorio, e singolarmente quella per la quale ho io più debito di pregarvi, affinché non sia per colpa mia che voi non la conduciate presto a lodarvi nella vostra gloria, e benedirvi per sempre. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.
Per il sabato
O Signore Dio onnipotente, vi supplico per il prezioso Sangue che scaturì dal Costato del vostro Divin Figlio alla presenza, e con estremo dolore, della SS. Madre; liberate le Anime del Purgatorio, e singolarmente fra tutte quella che è stata la più devota di questa gran Signora, affinché presto venga nella vostra gloria a lodarla in Voi, e Voi in Lei, per tutti i secoli. Così sia.
Pater, Ave e De Profundis.

Per le SS. Anime del Purgatorio 0_immagini/up.jpg

Questa è la preghiera che S. Bonaventura ha scritto per dare il suffragio alle anime del Purgatorio tramite l’aiuto misericordioso della B. V. Maria.

Santa Maria, Madre di Dio, consolatrice degli afflitti e soccorso dei cristiani, dolce Vergine, Madre del nostro Salvatore Gesù e di tutti i fedeli.

Voi che siete pure la Madre di tutte le povere anime che tanto soffrono nel Purgatorio, io imploro con confidenza l’immensa bontà del vostro Cuore, e vi prego d’intercedere presso il vostro divin Figlio, affinché pei meriti del suo santo Sacrificio, le anime che sono punite e purificate col fuoco del dolore, come l’oro nel crogiuolo, ottengano il sollievo e la liberazione alla quale aspirano. Così sia.

De Profundis (Salmo 129) up.jpg

L'anima mia spera nel Signore.
Dal profondo a te grido, o Signore;
Signore, ascolta la mia voce.
Siano i tuoi orecchi attenti alla voce della mia preghiera.

L'anima mia spera nel Signore.
Se consideri le colpe, Signore,
Signore, chi potrà sussistere?
Ma presso di te è il perdono: e avremo il tuo timore.
Io spero nel Signore, l'anima mia spera nella sua parola.

L'anima mia spera nel Signore.
L'anima mia attende il Signore più che le sentinelle l'aurora.
Israele attenda il Signore, perché presso il Signore è la misericordia,
e grande presso di lui la redenzione.
Egli redimerà Israele da tutte le sue colpe.

L'anima mia spera nel Signore.

graffa.gif  graffa.gif

Le S. Messe Gregoriane (5) up.jpg

Le Messe Gregoriane sono così chiamate dal nome di San Gregorio Magno, papa, che istituì questa pia pratica. Consistono nella celebrazione di 30 Messe consecutive, e senza interruzione, a beneficio della stessa persona defunta.

L'origine di questa pia pratica viene narrata nei dialoghi di S. Gregorio papa. Essendo S. Gregorio abbate di S. Andrea in Roma, proibì la sepoltura in terra consacrata del monaco Giusto perché, pur avendo fatto voto di povertà, aveva indebitamente conservato tre monete d'oro. Nel contempo, però, fece celebrare in suo suffragio 30 Messe consecutive senza interruzione per alcun giorno.

Al trentesimo giorno il defunto apparve a suo fratello, anch'egli monaco nella stessa Abbazia, dicendo: "Finora ho sofferto, ora non più".

Si diffuse così la pia pratica e la convinzione che con essa l'anima veniva liberata dal Purgatorio. La Chiesa ha sempre convalidato la pia pratica e tuttora la consiglia; ovviamente non afferma che con essa è certa la liberazione di quell'anima dal Purgatorio. Avendola però istituita un papa santo, ed essendo stata caldeggiata dalla Chiesa, possiamo nutrire viva speranza che il Signore, nella sua grande bontà e misericordia, vorrà liberare l'anima per la quale sono state offerte le 30 Messe, ognuna delle quali ha un valore infinito.

Note: chi volesse far dire le Messe Gregoriane a favore di qualche defunto può rivolgersi a:
Missionari del Preziosissimo Sangue - Primavera Missionaria
Piazza S. Paolo 4
00041, Albano Laziale, Roma
Telefono: 06/9320175

Riferimenti Bibliografici 0_immagini/up.jpg

  • 1. Haziel con Anna Alba, Preghiere agli Angeli, per la salute e la guarigione.
    Edizione CDE spa, Milano (1955).
  • 2. Sac. Giovanni Susat, La madre cristiana.
    Scuola Tipografica Artigianelli, Trento (1928).










Sommario "La Luce oltre la soglia" Home page
"www.viveremeglio.org"
Un sito dedicato all'uomo, il suo benessere e il suo destino.