Vivere Meglio

Sommario "Mente serena" Home page

COME CAMBIARE GLI ALTRI

Libera traduzione di un opuscolo di Sri Daya Mata, allieva del maestro Paramansa Yogananda.

Articolo del

Sommario

- Dare a tutti, sentire l'amore di Dio, vedere la sua presenza in ogni essere umano... Questa è la maniera di vivere in questo mondo (Paramansa Yogananda).
- Quando cesserai di voler riempire la tua coppa di felicità ed inizierai a riempire quella degli altri scoprirai, con meraviglia, che la tua sarà sempre piena. (Paramansa Yogananda).

Noi soli siamo responsabili della nostra pace mentale up.jpg

Noi non dovremmo mai permettere che il comportamento degli altri ci derubi della nostra pace mentale. È difficile per tutti noi rimanere mentalmente calmi e tenere a freno la lingua quando siamo irritati da altri, resta però il fatto che nessun essere umano può permettersi di dire a tutti quelli che lo disturbano come dovrebbero comportarsi.

Una correzione di comportamento, non richiesta esplicitamente, crea un grande risentimento e uno non dovrebbe mai tentare di imporre la sua volontà, o le sue idee, su coloro che lo circondano se costoro non glielo hanno espressamente richiesto.

Uno degli errori che spesso commettono coloro che iniziano un sentiero spirituale è quello di voler cambiare il mondo intero a causa dell'entusiasmo da essi provato nella loro ricerca di Dio. Essi iniziano una rivoluzione spirituale nella loro casa e cercano in tutti i modi di convertire il coniuge ed i figli eventuali alla loro idea.

È meraviglioso coltivare un tale entusiasmo ma purtroppo un tale atteggiamento crea inevitabilmente dell'antagonismo. Paramansa Yogananda usava dire ai suoi entusiasti discepoli: "Prima cambia te stesso, riforma te stesso e tu ne riformerai diecimila" Bisogna sempre ricordare che, a meno che uno stia cercando una guida, non ha piacere di sentirsi dire che cosa deve fare.

A nessuno fa piacere di ricevere dei consigli che lo forzano ad agire in un certo modo. Quando egli sarà pronto a ricevere un consiglio egli lo chiederà, ed egli lo vorrà da uno con cui vive, che lui ama o che lui ammira, solo se egli avrà avuto modo di osservare che un cambiamento benefico è avvenuto nella vita di quella persona.

Quanto sopra è assai importante perchè chi desidera essere guidato vuole che il messaggio che gli arriva sia un messaggio valido e verificabile. Questo comporta che chi dà un consiglio deve mostrare per primo che tale consiglio è stato ricevuto e vissuto da lui con risultati positivi.

Sii un esempio di come vorresti che gli altri fossero. Se tu sei soggetto all'ira ed a dare risposte dure; se tu picchi i tuoi bambini senza ragione alcuna: se tu sei nervoso e ti agiti facilmente, gridi o parli senza gentilezza: cambia te stesso. Questo è il modo migliore per cambiare coloro che vivono intorno a te: è duro da farsi ma può essere fatto.

Gli sforzi di un individuo dovrebbero tendere a fare di se stessa una persona che è rispettata ed additata quale esempio, una persona la cui parola ha un peso ed un valore. Essa dovrebbe parlare con vera saggezza e comprensione, mai con ira, nervosismo, gelosia o desiderio di ripagare colui che consapevolmente, o no, lo ferisse in qualche modo.

In India, un commerciante importante nel sua settore, venne un giorno da me e mi disse: "Sono proprio scoraggiato ed agitato; sto avendo dei problemi sia con mia moglie sia con i miei impiegati. Ogni volta che parlo non riesco a trattenermi di usare un tono duro con loro. Come posso fare a risolvere una tale situazione?".

"Vuoi la verità o vuoi che io ti dica ciò che ti farebbe piacere di ascoltare?", gli chiesi io.

"Voglio che tu mi dica la verità", disse il commerciante. bene, risposi, tu devi iniziare da te stesso. Tu hai la reputazione del tiranno in casa e tra i tuoi impiegati. Come risultato essi ti obbediscono perchè tu tieni una frusta sospesa su di loro, al posto di farlo perchè ti amano e ti rispettano.

In questo modo tu non riuscirai mai ad ottenere da essi il lavoro o la collaborazione che tu vorresti avere. Devi imparare a lasciar correre, devi smetterla di essere così teso.

Ogni giorno prenditi un poco di tempo per rilassarti; prendi un poco di tempo per pensare a Dio. Fai finta che nell'istante seguente la tua vita debba finire o che il tuo corpo sia già morto (questo è un esperimento assai interessante.

Improvvisamente troverai che le tue responsabilità non sono più tue. Realizzerai come è più importante di quanto pensassi di pensare un poco di più al tuo futuro con Dio.

Quindi gli dissi: "Se tu lo desideri, finché io starò qui, potrai venire ogni pomeriggio per fare un poco di satsang (il maestro parla in modo estemporaneo su soggetti spirituali) e meditazione con noi". Egli venne ogni giorno e noi meditammo e parlammo di Dio.

Due anni dopo, quando mi ritrovai di nuovo in india, uno dei suoi impiegati mi disse: "Egli oggi è un uomo differente, molto più calmo e paziente con noi. Per questa ragione vi è molta più pace ed armonia tra di noi, riusciamo anche a produrre di più perchè non siamo più tesi e nervosi tutto il giorno".

Questo è un esempio meraviglioso di come Dio possa portare la pace e l'armonia in noi e fuori di noi.

Fintanto che tu sei teso e nervoso il tuo coniuge ed i tuoi figli reagiranno e si comporteranno in un modo identico. Non può non essere così. Se tu desideri che l'atmosfera della tua casa sia diversa devi prendere l'iniziativa.

Non aspettarti però che le cose cambino dalla sera alla mattina. Ciò accade assai di raro; il cambiamento è un processo lento e naturale; anche se non dovesse avvenire per nulla non sentirti scoraggiato ed evita di crucciarti del fatto,

Diceva Yogananda: "Dio diede ad ogni essere umano un dono benedetto: la segretezza del suo pensiero, in esso egli può vivere e creare in silenzio una comprensione ed una amicizia con Dio che non mancherà di riflettersi lentamente nella sua intera vita e le sue relazioni con la famiglia, con coloro che lo circondano, e con il mondo intero.

Anche se coloro che vivono con voi non dovessero cambiare in modo percettibile i cambiamenti che avverranno in te ti renderanno meno vulnerabile al cattivo comportamento degli altri".

Il divino significato dietro le relazioni umane up.jpg

È meglio vivere male e aver ragione, oppure vivere bene e avere torto? (Louis Hay in Guarisci il tuo corpo).

Dio ci ha dato diverse forme di relazioni umane per una semplice ragione noi impariamo uno dall'altro. Ognuno è, in un certo senso, il nostro maestro, il nostro insegnante. I bambini, ad esempio, ci insegnano ad essere infinitamente pazienti ed a superare il nostro egoismo ed i nostri interessi per poter modellare le loro vite in modo corretto. Nello stesso tempo noi siamo i loro maestri perchè spetta a noi la responsabilità di guidarli ed educarli in modo che un giorno possano iniziare nel migliore dei modi la loro vita autosufficiente.

Da tutte queste relazioni noi acquistiamo una purificazione ed una espansione del nostro amore. Io credo che, alla fine, è solo l'amore che può produrre dei cambiamenti negli altri.

Se tu approcci un bimbo, il coniuge, o chiunque altro, con una coscienza di infinita comprensione ed amore, non importa ciò che essi dicono o fanno, tu non potrai evitare che alla resa dei conti la vittoria sarà tua. Però tuo è il compito di portare pazienza e di persistere nella prova. Metti nella tua propria vita le qualità che vorresti fossero negli altri in modo che esse siano un esempio vivente.

Disse Yogananda: "Come vivere, ecco una grande scienza". Il mio maestro Swami Sri Yukteswar mi disse un giorno: "Impara a comportarti in modo opportuno". Questa del comportamento è la scienza della religione. Quando avrai veramente imparato come comportarti nel modo corretto potrai conoscere Dio. In quel tempo penserai e ti comporterai in modo tale che in ogni istante sarai consapevole di essere un'anima divina e non un corpo mortale.

L'anima è continuamente dissetata dal nettare della divina presenza; voi non siete degli esseri mortali, voi siete degli esseri spirituali e pertanto dovete imparare a vivere come Dio. Ciò può essere fatto soltanto quando una persona mette la religione nella sua vita quotidiana. La religione non è da ritenersi un fatto domenicale da scordare poi per tutta la settimana.

Yogananda, al proposito delle professioni di fede, disse un giorno: "Io non sono interessato a coloro che seguono la Chiesa in modo tradizionale. Se io lo fossi avrei decine di migliaia di discepoli in tutto il mondo. Io cerco invece di prendere fuori dalla folla i ricercatori della verità, quelle anime che sono intensamente infiammate dal desiderio di conoscere Dio". E non intendeva di certo dire che voleva trarre un monaco da ogni allievo.

Egli usava anche dire: "Fai del tuo cuore un eremo dove tu possa ritirarti in silenzio per adorare Dio". Dobbiamo fare in modo che il primo posto in tale eremo sia riservato a Dio. È davvero meraviglioso quando Egli diventa l'oggetto amato, l'amico, il padre, la madre ed il maestro della vostra anima.

La vita acquisterà allora un notevole valore e le relazioni con gli altri diventeranno delle esperienze gioiose. Amerai i tuoi bambini, moglie, o tuo marito, con il grande amore, la grande comprensione e compassione di Dio.

Dio rinforza i legami tra gli esseri umani e libera le loro relazioni terrene dai limiti imposti dall'attaccamento egoistico che tende a sminuire ed a porre dei limiti all'amore stesso. Nulla soffoca l'amore quanto l'atteggiamento possessivo: "Tu lo devi fare perché tu sei mio ed io ho perciò il diritto di trattarti in questo modo". Questa è spesso un strada sicura per condannare a morte una relazione umana.

Io penso che prima che due persone possano contrarre il matrimonio sarebbe assai utile che venisse loro richiesto dalla legge di andare a frequentare una scuola dove avessero la possibilità di acquisire l'arte del giusto comportamento. Quando una persona è spiritualmente e psicologicamente educata a riconoscere la natura umana e l'arte delle relazioni con gli altri è potenzialmente pronta a creare una famiglia serena, armoniosa e spiritualmente.

Un'anima che si incarnasse in tale famiglia troverebbe tutti i presupposti per far fiorire i doni riposti in lei dalla divinità.

Gli esseri umani falliscono nelle loro relazioni quando cessano di avere rispetto l'uno dell'altro; il marito non ha più rispetto per la moglie; la moglie per il marito: i bambini per i genitori ed i genitori per i figli. Quando viene a mancare l'amicizia le relazioni umane si deteriorano presto. Senza amicizia l'amore tra marito e moglie; tra essi e i loro bambini, è presto distrutto. L'amicizia dà ad una persona l'opportunità di esprimere se stessa e la sua unica identità.

Quando vi è una completa comprensione e comunicazione tra due anime vi è pure vera amicizia e vero amore. Quando le persone imparano a mantenere l'amicizia, il rispetto e riguardo nelle loro relazioni matrimoniali e fuori dal matrimonio, non arrivano mai al punto di abusare degli altri od a risentirsi per un tale abuso.

A tutto questo discorso tu puoi replicare: "Si, è tutto molto bello e sarebbe l'ideale che mia moglie (o mio marito) ed i bambini iniziassero a farlo". "Perché non vuoi essere tu ad iniziare?" Inizia tu a fare la tua parte e lascia il resto nelle mani di Dio. Siamo così tornati al discorso di partenza: "Se qualcuno desidera cambiare gli altri... Inizi prima con il cambiare se stessa".

Programma per una settimana di crescita spirituale up.jpg

Questo programma si svolge leggendo ogni giorno un brano della sacra Bibbia

Lunedý Lettera di Giacomo - capitolo 1.

Martedý Lettera di Giacomo - capitolo 2.

Mercoledý Lettera di Giacomo - capitolo 3.

Giovedý Lettera di Giacomo - capitolo 4.

Venerdý Lettera di Giacomo - capitolo 5.

Sabato: Vangelo di Matteo - capitolo 5, versetti 1:12

Domenica: Vangelo di Matteo - capitolo 5, dal versetto 12 alla fine.



UN SORRISO up.jpg

Arricchisce chi lo riceve, senza impoverire chi lo dona.

Un sorriso non costa nulla e produce molto:
non dura che un istante, ma nel ricordo puo essere eterno.

Nessuno è così ricco da poterne fare a meno
e nessuno è così povero da non meritarlo.

Creatore di felicità in casa, negli affari è un sostegno,
è il segno sensibile dell'amicizia profonda.

Un sorriso dà riposo alla stanchezza;
nello scoraggiamento rinnova il coraggio;
nella tristezza è consolazione,
è l'antidoto naturale di tutte le nostre pene.

È però un bene che non si puo comperare,
né rubare, né prestare,
poiché solo ha valore dall'istante in cui si dona.

Se poi incontrerete talora,
chi l'aspettato sorriso a voi non dona,
siate generosi e date il vostro,
perché nessuno ha tanto bisogno di sorriso
come chi ad altri non sa darlo.

Sommario "Mente serena" Home page
"Mente Serena"
Un programma per meglio conoscere se stessi e gli altri.