AL DI LA' DELLA TAVOLA
Sommario
"Al di là della tavola"
Pagina scorciatoie Sommario del sito Home page

I PERICOLI DELL'ACIDIFICAZIONE ORGANICA

blink.gif Sommario blink.gif

ondulato.gif

COSA SONO GLI ACIDI up.jpg

Si considerano "acide" tutte le sostanze che producono ioni di idrogeno (atomi di idrogeno modificati, n.d.r.). Gli acidi possono essere più o meno forti e vengono neutralizzati dalle sostanze basiche (dette anche alcaline), ad es. il bicarbonato di sodio.

Gli acidi possono essere minerali (es. cloridrico, solforico, nitrico) ed organici (es. urico, lattico, citrico, ossalico). Se vengono a contatto con la pelle la irritano e, se sono molto forti, possono avere un'azione caustica.

In medicina vengono utilizzati molti acidi, tra essi citiamo: acetico, acetilsalicilico (vedi l'aspirina), ascorbico (vitamina C), citrico, cloridrico, ecc. Tra gli acidi organici quello di cui ci occuperemo più innanzi è l'acido urico, uno dei principali componenti dell'urina.

COME SI MISURANO up.jpg

Per misurare quanto una sostanza è acida o alcalina si usa una scala di valori a cui viene dato il nome di "pH". Nel campo medico, il pH viene utilizzato per misurare il liquidi organici ed in particolare il sangue, la saliva e l'urina. Questi liquidi vengono definiti:

- acidi, quando il pH è compreso tra 0 e 7,06,
- neutri, quando il pH è uguale a 7,07,
- basici o alcalini, quando il pH è compreso tra 7,08 e 14,14.
Pertanto, più basso è il pH e più è acida la sostanza in esame.

IL RAPPORTO ACIDO/BASICO DELLE CELLULE up.jpg

Tutte le reazioni all'interno del nostro organismo, che definiscono le condizioni essenziali di un ambiente in cui la "vita" sia possibile, si svolgono nell'ambito di determinati valori, tra questi il più importante è il rapporto acido/basico.

Per una buona salute questo rapporto dovrebbe sempre rimanere costante, si possono però creare delle condizioni troppo acide (situazione assai frequente) o troppo basiche (condizione abbastanza rara). Affinché l'equilibrio vitale delle cellule si possa mantenere, il loro nucleo deve presentare una reazione acida ed il citoplasma basica o alcalina.

Questa differenza è fondamentale, in quanto permette lo scambio di nutrimenti e informazioni tra nucleo e citoplasma. Solo in presenza di una differenza può avvenire uno scambio, la batteria fornisce corrente proprio perché i suoi poli hanno un potenziale elettrico differente.

Se l'ambiente in cui vivono le cellule diventa molto acido questa acidità penetrerà all'interno delle cellule alterando il pH del nucleo e creando i presupposti per quei fenomeni incurabili che vengono comunemente chiamati "malattie da degenerazione cellulare", dei quali i tumori sono certamente i più conosciuti.

COME SI CREANO GLI ACIDI NELL'ORGANISMO up.jpg

Nell'organismo umano troviamo diversi acidi, alcuni utili (come quelli che costituiscono i succhi gastrici) ed altri assai pericolosi che, quando si accumulano, sono la causa primaria di molte malattie, tra cui i reumatismi, l'artrite, l'artrosi, l'osteoporosi e la gotta.

Vi sono due fonti principali che fanno crescere l'acidità organica:
- il ricambio cellulare,
- l'alimentazione.
A queste vanno aggiunte un'intensa attività muscolare (formazione di acido lattico), gli stati febbrili accompagnati da un'accelerazione del metabolismo dovuta a malattie ematologiche (es. linfoma, leucemia o anemia emolitica) e le situazioni in cui aumenta la proliferazione e morte delle cellule organiche (es. la psoriasi).

IL RICAMBIO CELLULARE
Nel ricambio cellulare, che avviene incessantemente nel nostro organismo, le cellule vecchie o degradate vengono distrutte ed eliminate, ed è proprio la distruzione del nucleo di tali cellule che, dopo vari passaggi, crea acido urico e ammoniaca. L'acidità prodotta in questo modo viene generalmente smaltita perfettamente dall'organismo.

L'ALIMENTAZIONE
Vi sono bevande e alimenti che non sono affatto acidi eppure inacidiscono l'organismo mentre altri, ad esempio gli agrumi, anche se lo sono hanno una azione alcalinizzante. Come si spiega?

Nel primo caso si tratta di alimenti che pur non essendo acidi creano con la loro digestione una notevole produzione di acido urico perché contengono molte purine, sostanza bianca e cristallina che si trova nel nucleo delle cellule e rappresenta uno dei componenti elementari del DNA.

Nel secondo caso si tratta di alimenti acidi ma che una volta digeriti presentano delle ceneri alcaline. Si può determinare se un alimento è acido o alcalino esaminando le ceneri residue dopo la sua digestione. Se i minerali alcalini (calcio, potassio, sodio e magnesio), predominano sui minerali acidi (cloro, azoto, zolfo e fosforo), quell'alimento sarà classificato come alcalino e viceversa.

LE PURINE NEGLI ALIMENTI up.jpg

Quando le cellule degli alimenti vengono distrutte con la digestione, le purine presenti, danno luogo ad acido urico. Pertanto più un cibo contiene purine e più acido urico verrà generato. Va notato che i frutti freschi o secchi non contengono purine.

E' scientificamente provato che dopo un pasto abbondante di cibi ricchi di purine si riscontra un notevole aumento di acido urico nel sangue, specialmente se il pasto è stato accompagnato da bevande alcoliche.
Segue una tabella con vari alimenti ed il loro contenuto di purine.


Cibi con alto contenuto di purine
(da 100 a 1000 mg per 100 g di cibo).
Cibi con medio contenuto di purine
(da 9 a 100 mg di purine per 100 g di cibo).
Cibi con basso o trascurabile contenuto di purine
(da 0 a 9 mg di purine per 100 g di cibo)
Acciughe
Aringhe
Cervello
Carne tritata
Consommè (brodo di carne)
Cuore
Dadi ed estratti di carne
Lievito di birra
Mitili o cozze
Oca
Rene
Sardine
Sgombro
Sugo di carne
Uova di pesce
Asparagi
Carne, pesce e pollame (eccetto quelli della prima colonna)
Crostacei
Fagioli secchi
Funghi
Lenticchie
Piselli secchi
Spinaci cotti
Aceto
Burro e margarina (moderatamente)
Bibite gassate
Budino
Caffè
Cereali
Cioccolato
Formaggio
Grassi (moderatamente)
Frutta
Gelatina di frutta
Gelato
Latte
Noci
Olive
Pane o crackers
Panna (moderatamente)
Pasta
Pop-corn
Riso
Sale
Spinaci cotti

Torte e biscotti
Uova
Vegetali (eccetto quelli nella prima colonna)
Zucchero e dolci


LE CENERI RESIDUE DEGLI ALIMENTI up.jpg

Tutti cibi sono "bruciati" nell'organismo e lasciano un residuo, definito "ceneri", che possono essere neutrali, acide o alcaline, in relazione alla composizione minerale dell'alimento.

Se nelle ceneri predominano sodio, potassio, calcio e magnesio, esse sono alcaline. Se predominano zolfo, fosforo, cloro e acidi organici non metabolizzati, sono considerate acide. Per mantenere l'equilibrio acido/basico del corpo (80% acido e 20% basico) almeno l'80% dei cibi che consumiamo devono produrre ceneri alcaline.

Nella tabella verde sono elencati i cibi in ordine decrescente in grado di reintegrare le riserve alcaline del corpo; il numero positivo indica il loro potere alcalinizzante. Nella tabella rossa sono elencati i cibi in ordine decrescente in grado di produrre acidità nel corpo; il numero negativo indica il loro potere acidificante.

Cibi che producono ceneri alcaline
Spinaci crudi* 4 tazze +556
Foglie di barbabietola 1 tazza +478
Melassa 1 cucchiaio da tavola +360
Sedano 5 gambe +341
Fichi secchi 5 +297
Carote 3 +282
Fagioli germogliati (5cm) 1/2 tazza +282
Foglie di barbabietola 1-1/2 tazza +214
Crescione d'acqua 2-1/2 tazza +192
Crauti sott'aceto 2/3 tazza +176
Lattuga 1/2 pianta +170
Fagioli di spagna crudi 2/3 tazza +142
Fagioli di spagna secchi 2/3 tazza +123
Rabarbaro** 1 tazza +117
Cavolo cappuccio 1 tazza abbondante +111
Broccoli 1 tazza +101
Barbabietole da zucchero 2/3 tazza +98
Cavolini di Bruxelles crudi 6 +95
Fagioli di soia verdi 2/3 tazza +85
Cetrioli 10 fette +71
Pastinaca 1/2 grande +67
Ravanelli 7 +64
Navoni 3/4 tazza +62
Piselli secchi 1/2 tazza +57
Funghi 7 +50
Cavolfiori 1 tazza +50
Ananas 1 tazza +44
Avocado 1/2 tazza +44
Uva passa 1/2 tazza +42
Datteri secchi 7 +40
Fagiolini 1 tazza +39
Meloni 1/4 +38
Limoni verdi 1/2 tazza +33
Amarene 18 +30
Mandarini 2 +29
Fragole 12 +28
Patate 1 +26
Patate americane 1 +26
Pompelmi 1/2 tazza +25
Albicocche 2 +25
Limoni 1/2 tazza +24
More 1 tazza +22
Arancie 1/2 tazza +22
Pomodori 1 +21
Pesche 1 grande +21
Lamponi 1 tazza +19
Banane 1 piccola +18
Cipolle 1 piccola +14
Uva 1/2 tazza +10
Pere 1 +10
Mirtilli 2/3 tazza +5
Mele 1 +5
Angurie 1/2 fetta +5
Piselli verdi 3/4 tazza +5
Olio d'oliva   0
Olio di mais**   0
Zucchero**   0
Cibi che producono ceneri acide
Pettini 1/4 tazza -226
Ostriche 5 -209
Lenticchie secche 1/2 tazza -171
Sardine 8 -160
Farina d'avena 1 tazza -95
Manzo sotto sale 110g -80
Eglefino 110g -78
Aragosta 110g -78
Noccioline 114 -78
Merluzzo 110g -51
Maccheroni**, Spaghetti** 7/8 tazza -50
Burro di arachidi 3 cucchiai da tavola -49
Pollo 110g -43
Picca 110g -39
Germe di grano 1 cucchiaio da tavola -38
Riso integrale 5/8 tazza -29
Farina di grano integrale** 5/8 tazza -26
Farina bianca** 5/8 tazza -26
Salmone 1 tazza -26
Fetta di carne di manzo 110g -24
Tacchino 110g -23
Orzo 5/8 tazza -21
Agnello 1 porzione -21
Agnello 110g -17
Pane bianco** 2 fette -15
Pancetta affumicata 2 fette -10
Noci inglesi 10 -10
Braciola di agnello 1 -10
Crusca di grano 1 cucchiaio da tavola -10
Uova 2 -9
Pane di grano integrale** 2 fette -8
Braciole di maiale 1 -6
Miele 4 Cucchiai da tavola -4
Gamberetto 1/2 tazza -4
Mais fresco 1/2 tazza -2

* È meglio consumarlo crudo.
** Alimento poco consigliato.

Copyright 1996-1999 by B. Company New Plymouth, Idaho (19/11/2002). www.docgolob.com/abco/aw/nutrition/alkaacid.htm Da distribuire liberamente.

GLI ALIMENTI APPORTATORI DI ACIDITA' ORGANICA up.jpg

Alcuni tipi di frutta o verdura fresca. L'organismo di una persona sana e non affaticata, è normalmente in grado di trasformare gli acidi naturali di molti alimenti crudi (ad es. limoni, pompelmi, pomodori, acetosa, frutti aciduli) in carbonati alcalini, che sono basici ed utili all'economia dell'organismo.

Quando, invece, la persona è stanca o stressata, l'energia nervosa necessaria per una completa digestione e assimilazione non è sufficiente, pertanto l'organismo non è in grado di operare le dovute trasformazioni e gli acidi degli alimenti possono entrare nella circolazione sanguigna e distribuirsi nell'organismo.

BEVANDE
Quasi tutte le bevande gassate, acqua esclusa, tendono ad acidificare l'organismo. I vari tipi di Cola, per esempio hanno un pH che si aggira intorno al 2,4, mentre limonate e aranciate vanno da 2,9 a 3,2. Anche i succhi di frutta conservati sono assai acidi, anche quelli che apparentemente vi sembrano molto dolci come quello di pera.

CEREALI
Tutti i cereali, ad eccezione del miglio, lasciano delle ceneri acide. Grano ed avena sono i più acidi di tutti.

LATTICINI
I latticini e i formaggi di vacca, sono generatori di molta acidità ed andrebbero sostituiti con quelli di capra o di pecora.

PRODOTTI CARNEI
La digestione dei prodotti carnei crea una notevole quantità di acido urico, perché il nostro fegato non è in grado di trasformare l'acido urico in una sostanza più semplice, al contrario di quanto capita nella maggior parte degli animali carnivori dove tramite l'enzima allantoina (assente nell'uomo), viene trasformato in un liquido innocuo che viene poi espulso con l'urina.

PRODOTTI CONSERVATI
Tra i prodotti conservati risultano molto acidi i vari tipi di "latte" derivati dai cereali: latte di soia, avena, riso, ecc. e anche, come già ricordato, tutti i succhi di frutta. Per questi ultimi cambia radicalmente il discorso se vengono ottenuti poco prima di essere consumati, quindi via libera alle spremute di frutta e ai centrifugati di verdura.


CIBI ACIDI
Varie Frutta acida
(lascia però ceneri alcaline)
Verdura acida Frutta acidula
(lascia però ceneri alcaline)
Aceto
Bevande a base di Cola
Bibite gassate
Succhi di frutta conservati
Latte di soia, avena, riso, ecc.
Ananas
Arancia
Cedro
Limone
Mela acida
Melagrana
Pesca acida
Pompelmo
Susina acida
Uva acida.
Pomodoro cotto Albicocca
Cerimolia
Ciliegia dolce
Fichi freschi
Mela dolce
Mango
Mangostano
Mirtilli
Pera
Papaia
Pesca dolce
Susina dolce.


I MEZZI DI DIFESA DELL'ORGANISMO up.jpg

L'organismo non può permettere che l'equilibrio acido/basico venga turbato, pertanto deve provvedere, per quanto gli risulta possibile, a neutralizzare gli acidi in eccesso. Questa neutralizzazione viene compiuta mobilitando alcune sostanze alcaline e vari sali minerali, entrambi prelevati dalle riserve dell'organismo.

I minerali alcalinizzanti (calcio, potassio, sodio e magnesio), per es., vengono sottratti alle ossa, ai denti ed alle cellule di tutti i tessuti. Questo spiega in modo evidente perché i grandi consumatori di aceto e sottaceti hanno una dentatura con molti problemi.

Anche gli organi emuntori (reni, pelle, intestino, ecc.) vengono sottoposti ad un super lavoro nel tentativo di eliminare gli acidi pericolosi ed i minerali in eccesso dovuti ai processi di neutralizzazione di cui sopra. Le mucose di questi organi, a cui dovremmo aggiungere i bronchi, le ghiandole salivari e lacrimali, la vescica, ecc., sono ovviamente danneggiate da queste sostanze corrosive e si possono creare i presupposti per vari disturbi (problemi della pelle, infezioni cosiddette microbiche, infiammazioni, litiasi o calcoli, ecc.).

Ricorda che finora abbiamo esaminato i fatti utilizzando molta "teoria", ma per restare sani sarà sufficiente seguire queste poche ed efficienti regolette valide per tutti i giorni:

APPENA ALZATI
Una tazza d'acqua calda con il succo di mezzo limone ed eventualmente poco zucchero di canna. Solo all'occorrenza una bustina di Trocà o Polase che apporta all'organismo una miscela di Magnesio/Potassio che donano vigore ed energia.

COLAZIONE
Frutta di stagione (una qualità per volta), oppure: Yogurt, oppure: biscotti con poco zucchero e infuso di erbe non dolcificato.
Ricordare che zuccheri + amido creano fermentazione e quindi acidificazione. Pertanto evitare pane e miele e pane e marmellata.
Non usare succo di arancio con pane, torte o biscotti.
Ricordare che acido + amido creano fermentazione e quindi acidificazione.

PRANZO Solo il primo piatto con contorno di verdure crude. Qualche oliva nera ed un pacchetto di crackers per chiudere in bellezza. Niente frutta o dessert!
Non usare aceto o limone sull'insalata perché acidi + amidi producono fermentazione e quindi acidificazione.

CENA
Solo il secondo, alternando: pollo, formaggio di capra o pecora, uova, yogurt, pesce. Sempre accompagnato da verdura cruda. Niente frutta o dessert!
Non usare aceto o limone sull'insalata perché acidi + amidi producono fermentazione e quindi acidificazione.

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI up.jpg

  • 1. Viktoras Kulvinskas, Survival in the 21th century (Sopravvivere nel 21° secolo),
    p. 101.
    Omangod Press, Connecticut, U.S.A., 1975.
  • 2. Gale Encyclopedia of Medicine.
    Published December 2002. Gale Group The Essay Author is Janis O. Flores.
  • 3. Jacobs, David S., et al. Laboratory Test Handbook, 4th ed.
    New York: Lexi-Comp Inc., 1996.
  • 4. Pagana, Kathleen Deska. Mosby's Manual of Diagnostic and Laboratory Tests.
    St. Louis: Mosby, Inc., 1998.
  • 5. Cahill, Mathew. Handbook of Diagnostic Tests.
    Springhouse, PA: Springhouse Corporation, 1995.








Sommario
"Al di là della tavola"
Pagina scorciatoie Sommario del sito Home page
"www.viveremeglio.org"
Un sito dedicato all'uomo, il suo benessere e il suo destino.