VIAGGIARE INFORMATI

Sommario
"Viaggiare informati"
casetta.gif
Home page
Door.gif
Pagina scorciatoie
Door.gif
Sommario del sito

COME AFFRONTARE I DISTURBI DOVUTI AL

CAMBIAMENTO DEL FUSO ORARIO (JET LAG)

Questa procedura fa parte di una tecnica chiamata EFT (Emotional Freedom Tecnique), ovvero un tecnica per rimuovere le emozioni disturbanti in modo semplice ed efficace. Per ulteriori dettagli clicca qui.

Testo liberamente tradotto dal volume "Tapping for health", vedi le Note bibliografiche.

Premessa up.jpg

Il Jet-lag è quel malessere, dovuto a variazioni orarie, climatiche ed ambientali, che si avverte dopo avere fatto un lungo viaggio in aereo e cambiato rapidamente diversi fusi orari. È tipico dei viaggi, da Est a Ovest (verso l'America) e viceversa (verso la Cina) e non si avverte quando ci si sposta lungo lo stesso meridiano, da Nord verso Sud ad esempio, oppure in paesi con lo stesso fuso orario.

Questo malessere è alla base di una serie di disturbi che, nel loro insieme, vengono denominati "Jet Lag Syndrome" (sindrome da fuso orario). Nulla di pericoloso, solo un insieme di sintomi di tipo psicologico e fisico, che colpiscono in modo più evidente chi attraversa almeno tre fusi orari, oppure chi affronta viaggi "mordi-e-fuggi" che sconvolgono i ritmi naturali dell'orologio biologico (sonno-veglia, pasti, ecc.).

Troviamo la causa principale del Jet-lag nel fatto che, quando si raggiungono paesi lontani che stanno ad Est (Cina, India, ecc.) si anticipa il domani, mentre in senso contrario, andando verso Ovest (America, ecc.), si torna indietro al ieri. Questo scombina il ciclo del nostro orologio biologico che, nell'arco delle 24 ore, governa i vari aspetti delle funzioni vitali. Questo ciclo, detto circadiano (circ = circa e diem = giorno), sincronizza le varie attività organiche con la luce diurna, in modo che funzionino bene sia di giorno che di notte. Tra esse citiamo:

  • il ciclo di sonno e veglia,
  • i livelli di vigilanza,
  • la digestione,
  • le prestazioni,
  • l'umore,
  • i livelli ormonali,
  • la temperatura corporea.

Quando si attraversamento velocemente i fusi orari l'orologio biologico è notevolmente disturbato perché deve adattarsi al nuovi schemi di luce e attività. Si può dire che, seppur vi siano sempre delle difficoltà di adattamento, l'orologio biologico è meno disturbato nei viaggi da Est a Ovest (ad es. da Roma a New York), in quanto gli è più facile adattarsi ad una giornata più lunga, piuttosto che diversi adattare a una più corta del normale. Ricordiamo che, volando da Roma a New York, la giornata si allunga di cinque ore, mentre un volo in senso inverso l'accorcia dello stesso lasso di tempo.

I sintomi principali sono vari, tra essi citiamo: malessere generale, senso di stanchezza (astenia), nervosismo, disturbi del sonno, inappetenza, nausea, riduzione dell'attenzione e della concentrazione. Altro problema è rappresentato dai ritmi dell'intestino che vengono scombussolati, sia dal cambiamento degli orari dei pasti, che da quello delle ore di riposo. Per questo motivo, suggeriamo di consumare alimenti ricchi di fibre ed evitare bevande gassate, alcol in genere e gli eccitanti come il caffè e il tè.

A fronte di tutto ciò non è comunque il caso di preoccuparsi in quanto, in un paio di giorni al massimo, l'organismo torna alla normalità. Generalmente l'adattamento richiede un giorno per ogni fuso orario attraversato.

Suggerimenti prima di partire up.jpg

- Acquistate, in farmacia, una confezione di melatonina. - Fate un pasto leggero, evitando alcolici, té e caffè.

Suggerimenti durante il viaggio up.jpg

- Durante il volo solo pasti leggeri, in questo modo non sovraffaticate l'organismo già provato dal viaggio, evitate bevande alcoliche, tè e caffè. Suggeriamo di bere dell'acqua per mitigare i disagi provocati dalla disidratazione dovuta all'atmosfera secca all'interno dell'aereo.

- Siccome restate seduti per molto tempo, di tanto in tanto, fate due passi lungo il corridoio. Potete anche aggiungere qualche stiramento delle braccia e degli allungamenti dei muscoli delle gambe.

* Durante il viaggio dormite e, se avete dei bambini con voi, cercate di farli dormire il più possibile. * Eseguite la "Procedura energetica correttiva" (vedere più innanzi), una volta per ogni ora di veglia. E se pianificate di dormire, usatela prima e dopo il sonno.

Suggerimenti arrivati a destinazione up.jpg

  • Utilizzate più volte la "Procedura energetica correttiva", fintanto che i disagi scompaiono.
  • Cercate di non essere esposti alla luce quando a casa sarebbe notte. Potete farlo restando in un ambiente chiuso o, al limite, indossando occhiali da sole.
  • Cercate di evitare riunioni importanti nelle ore in cui a casa stareste dormendo.
  • Cercate di mantenere l'attività dello stomaco sugli orari di casa. Quindi se è ora di cena, ma a casa sarebbe ora di colazione, cercare di mangiare qualcosa di leggero.
  • Mettete i bambini a letto con l'orario locale.
  • Organizzate delle attività rilassanti all'aria aperta per abituarvi al nuovo ritmo giorno/notte.

La melatonina up.jpg

Vi è un ormone prodotto dal nostro organismo, la melatonina, che serve a regolare i ritmi del sonno. Siccome il cambio di fuso orario ne altera la produzione, può essere utile integrarla assumendola in pasticche.

La melatonina, viene prodotta da una ghiandola posta alla base del cervello; la ghiandola pineale o epifisi che la secerne di notte, poco dopo la comparsa dell'oscurità. La sua concentrazioni nel sangue aumenta rapidamente e raggiunge il massimo tra le 2 e le 4 di notte, poi si riduce gradualmente all'approssimarsi del mattino. L'esposizione alla luce ne inibisce la produzione.

Se ne assume una pasticca al momento di coricarsi.

graffa.gif   graffa.gif

LA PROCEDURA ENERGETICA CORRETTIVA up.jpg

eft_punti582-214.gif
Immagine presa dal sito http://www.risingsunhealing.com/bettystuff/EFTTechnique.html

PROCEDURA PER I VIAGGI DA OVEST A EST (DALL'EUROPA AL GIAPPONE) up.jpg

1. Focalizzate il vostro pensiero sui disagi prodotti dal viaggio che avete fatto o state facendo. Se siete ancora in viaggio, e non accusate ancora alcun disturbo, focalizzate il pensiero sulla rapidità dello spostamento che state facendo.

2. Misurate il livello del disagio attuale usando una scala dove 10 indica la condizione peggiore, mentre 0 indica quella migliore. Prendete nota della vostra valutazione.

Da questo punto in poi vi verrà richiesto di picchiettare alcuni punti del corpo. Se scegliete di picchiettare i punti a sinistra, utilizzate il polpastrello dell'indice e medio della mano destra. Se preferite picchiettare i punti a destra, utilizzate le dita della mano sinistra. Picchiettate in modo fermo, ma non così forte da causare dolore.

3. Picchiettate 5 volte il punto sotto gli occhi (3).

4. Picchiettate 5 volte il punto dove la clavicola termina sotto il collo (6)

5. Valutate il livello del disagio sulla scala da 0 a 10, e prendetene nota. Se è diminuito di due o più punti (come accade per la maggior parte delle persone), continuate con il passaggio successivo. Se non vi è stato nessuno cambiamento, o se è calato solo di un punto, eseguite la "Procedura per rimuovere l'Inversione psicologica" che trovate più innanzi, quindi ripetete i passaggi da 1 a 5.

6. Picchiettate il punto Gamma (13), alla velocità di 3 a 5 colpetti al secondo. È importante picchiettare il punto Gamma almeno 5 o 6 volte per ognuno dei passaggi seguenti.

  • chiudete gli occhi,
  • aprite gli occhi,
  • guardate in basso a sinistra,
  • guardate in basso a destra,
  • roteate gli occhi in senso orario,
  • roteate gli occhi in senso antiorario,
  • rilassate gli occhi e mormorate un brano di una canzoncina (es. "Tanti auguri a te..."),
  • contate rapidamente ad alta voce da 1 a 5,
  • di nuovo mormorate il brano della canzoncina per 3 secondi.

7. Picchiettate di nuovo 5 volte il punto sotto gli occhi (3).

8. Picchiettate di nuovo 5 volte il punto dove la clavicola termina sotto il collo (6)

9. Valutate il livello di disagio un'altra volta, e prendetene nota. Se è calato a 1 (come accade per la maggior parte delle persone), continuate con il passaggio successivo. Se è calato, ma non è sceso a 1, eseguite la "Procedura per rimuovere l'Inversione Psicologica" che trovate più innanzi. Quindi ripetete tutti i passaggi i passaggi da 1 a 9.

10. Per ottenere il massimo beneficio da questa procedura, quando il disagio è arrivato ad un livello di 2 o inferiore:

  • mantenete la tua testa eretta,
  • guardate verso il basso,
  • picchiettate il punto Gamma (13) mentre, lentamente, portate lo sguardo verso l'alto.
  • Quando lo sguardo è rivolto verso l'alto la procedura è terminata.
PROCEDURA PER I VIAGGI DA EST A OVEST (DALL'EUROPA ALL'AMERICA) up.jpg

1. Focalizzate il vostro pensiero sui disagi prodotti dal viaggio che avete fatto o state facendo. Se siete ancora in viaggio, e non accusate ancora alcun disturbo, focalizzate il pensiero sulla rapidità dello spostamento che state facendo.

2. Misurate il livello del disagio attuale usando una scala dove 10 indica la condizione peggiore, mentre 0 indica quella migliore. Prendete nota della vostra valutazione.

Da questo punto in poi vi verrà richiesto di picchiettare alcuni punti del corpo. Se scegliete di picchiettare i punti a sinistra, utilizzate il polpastrello dell'indice e medio della mano destra. Se preferite picchiettare i punti a destra, utilizzate le dita della mano sinistra. Picchiettate in modo fermo, ma non così forte da causare dolore.

3. Picchiettate 5 volte il punto sotto l'ascella (7).

4. Picchiettate 5 volte il punto dove la clavicola termina sotto il collo (6)

5. Valutate il livello del disagio sulla scala da 0 a 10, e prendetene nota. Se è diminuito di due o più punti (come accade per la maggior parte delle persone), con il passaggio successivo. Se non vi è stato nessuno cambiamento, o se è calato solo di un punto, eseguite la "Procedura per rimuovere l'Inversione psicologica" che trovate più innanzi, quindi ripetete i passaggi da 1 a 5.

6. Picchiettate il punto Gamma (13), alla velocità di 3 a 5 colpetti al secondo. È importante picchiettare il punto Gamma almeno 5 o 6 volte per ognuno dei passaggi seguenti.

  • chiudete gli occhi,
  • aprite gli occhi,
  • guardate in basso a sinistra,
  • guardate in basso a destra,
  • roteate gli occhi in senso orario,
  • roteate gli occhi in senso antiorario,
  • rilassate gli occhi e mormorate un brano di una canzoncina (es. "Tanti auguri a te..."),
  • contate rapidamente ad alta voce da 1 a 5,
  • di nuovo mormorate il brano della canzoncina per 3 secondi.

7. Picchiettate 5 volte il punto sotto l'ascella (7).

8. Picchiettate di nuovo 5 volte il punto dove la clavicola termina sotto il collo (6)

9. Valutate il livello di disagio un'altra volta, e prendetene nota. Se è calato a 1 (come accade per la maggior parte delle persone), continuate con il passaggio successivo. Se è calato, ma non è sceso a 1, eseguite la "Procedura per rimuovere l'Inversione Psicologica" che trovate più innanzi. Quindi ripetete tutti i passaggi i passaggi da 1 a 9.

10. Per ottenere il massimo beneficio da questa procedura, quando il disagio è arrivato ad un livello di 2 o inferiore:

  • mantenete la tua testa eretta,
  • guardate verso il basso,
  • picchiettate il punto Gamma (13) mentre, lentamente, portate lo sguardo verso l'alto.
  • Quando lo sguardo è rivolto verso l'alto la procedura è terminata.

graffa.gif   graffa.gif

L'INVERSIONE PSICOLOGICA up.jpg

Se non riuscite a trarre il massimo beneficio da questa tecnica (o da altre cure) può darsi che in voi si sia creata quella che viene definita una Psychological Reversal (PR) o Inversione Psicologica (IP), termine coniato dal dottor Callahan che la considera come il motivo più frequente per cui una terapia non riesce a fornire i risultati sperati.

Che cosa causa la IP? Si può dire che essa è un'anormalità psicologica associata ad un blocco o ad una alterazione del flusso energetico nei sottili condotti che nell'Agopuntura vengono definiti "Meridiani". Se una persona ha un'attitudine che la porta ad essere negativa, critica ad oltranza o auto-sabotante, vi sono buone probabilità che in lei sia presente una IP.

Trattando la IP potete dissolvere le disarmonie energetiche che ostacolano la cura. Va precisato che non stiamo cercando di risolvere i problemi psicologici veri e propri, stiamo, invece, proponendo uno strumento in grado di rimuovere gli ostacoli che rendono difficile il raggiungimento del risultato che la terapia si propone.

È interessante notare come, molto spesso la IP assuma le caratteristiche di quello che in psicologia viene chiamato "beneficio secondario". Ad esempio, una donna affermava consciamente di voler perdere peso, ma non ci riusciva. L'IP si manifestava in lei come convinzione inconscia che "se perdo peso torno ad essere attraente, e quindi rischio di venire di nuovo molestata; perdere peso è pericoloso per me". La donna aveva in passato subito una violenza, e l'aumento di peso era la difesa più efficace che il suo inconscio avesse escogitato. È evidente come la donna, se voleva davvero perdere peso, doveva per prima cosa neutralizzare questo meccanismo di protezione.

Spesso, a supportare la IP, vi sono delle credenze, tra cui: paura di cambiare, paura di non essere accettati, credere che la malattia sia l'unico modo per ricevere attenzioni, ecc. Appare chiaro come tali credenze debbano essere smantellate per superare i limiti che la persona, a livello subconscio, si è auto-imposta. Questo è valido per qualsiasi settore, dalla salute alla finanza, dallo sport alle relazioni sociali.

Anche le tossine presenti nell'organismo, dovute all'alimentazione o ad altre cause, sono in grado di disturbare il sistema energetico, causando la IP. In questo caso occorre individuare le sostanze dannose e provvedere alla disintossicazione. Va notato che la IE è maggiormente presente nelle persone pessimiste, anche se nessuno ne è esente in qualche contesto della propria vita.

Dopo anni di pratica con EFT (Emotional Freedom Tecnique) è stato stimato che la IP sia presente in circa il 40% dei casi. Ad ogni modo, esistono delle patologie in cui se ne denota la presenza attorno al 100%: è il caso della depressione, delle dipendenze e delle malattie degenerative (cancro, sclerosi multipla, lupus, artrite, diabete, AIDS, ecc.).

Mediante i test muscolari della Kinesiologia Applicata è possibile verificare la presenza della IP. Per farlo, eseguire il test facendo dire al paziente la frase "Io voglio guarire da questa malattia" e poi rifarlo con la frase "Io non voglio guarire da questa malattia".

PROCEDURA PER ELIMINARE L'INVERSIONE PSICOLOGICA up.jpg

Picchiettare il punto Karate (12) ripetendo tre volte: "Anche se qualcosa ostacola la buona riuscita di questa procedura per correggere i disagi del fuso orario, io mi amo e mi accetto completamente e profondamente".

Note bibliografiche:
  • Dr. Roger J. Callahn, Ph. D., "Tapping the healer within" Contemporary Books, a division of The McGraw-Hill Companies, London, New York.










Sommario
"Viaggiare informati"
casetta.gif
Home page
Door.gif
Pagina scorciatoie
Door.gif
Sommario del sito

"www.viveremeglio.org"
Un sito dedicato all'uomo, il suo benessere e il suo destino.