www.viveremeglio.org

- SUGGERIMENTI PER UNA VISTA MIGLIORE -

Sommario "Miglior Vista" Sommario "Studio Facile" Home page

blink.gif blink.gif
(free JavaScripts provided by The JavaScript Source)

IL METODO BATES

Come ritrovare una buona vista rilassando gli occhi e la mente

Sommario

Cos'è il Metodo Bates? up.jpg

È un'insieme di tecniche per migliorare la vista che ha preso il nome dal dottor W.H. Bates (1860-1931), oftalmologo e ricercatore di grande fama. Egli incuriosito da certi fenomeni, riscontrati nei molti pazienti che ebbe modo di osservare con la sua pratica oculistica, fece tante prove e sperimentazioni cercando di comprendere il motivo per cui la vista diventa difettosa.

Purtroppo le sue conclusioni ribaltavano teorie vecchie di secoli, e finirono perciò per essere contrariate al punto che egli fu radiato dall'ordine dei medici. Ora, che i tempi sono cambiati, le recenti scoperte sembrano dare ragione alle sue teorie, e questo apre la strada ad alcuni metodi naturali per una cura radicale di molti problemi relativi ai difetti della vista. Tra essi citiamo: miopia, ipermetropia, presbiopia e astigmatismo.

Comprendere il processo visivo up.jpg

Per permetterci di vedere qualsiasi cosa, i raggi luminosi devono entrare nell'occhio attraverso un foro, chiamato pupilla. Va notato che solo i raggi centrali penetrano realmente nell'occhio, quindi passano attraverso la lente (il cristallino) il quale fa in modo che l'immagine appaia invertita sulla retina, che è la parte sensibile dell'occhio. Potremmo paragonare la retina alla pellicola in una macchina fotografica. Dalla retina l'immagine viene trasmessa dal nervo ottico al cervello ed è a questo punto che possiamo vedere.

Vista difettosa e accomodamento up.jpg

Per poter comprendere quanto segue dobbiamo precisare che vi è una distanza di riposo tra la retina e il cristallino, questa distanza si crea quando guardiamo qualcosa che dista circa 65 cm dai nostri occhi.

Secondo i testi medici, quando guardiamo un oggetto più distante di 65 cm, il cristallino si modifica diventando più "sottile", mentre diventa più "panciuto" quando guardiamo un oggetto vicino. Questa modifica serve a mettere a fuoco l'oggetto osservato. Pertanto, secondo tali testi, l'occhio riesce a mettere a fuoco gli oggetti, vicini o lontani, senza modificare la sua forma.

Il dottor Bates, invece, ha dimostrato, al di là di qualsiasi dubbio, che per mettere a fuoco gli oggetti che osserviamo, oltre alla modifica del cristallino, avviene pure un cambiamento nella forma del globo oculare dovuta all'azione dei suoi muscoli esterni. Questi muscoli sono quelli che permettono all'occhio di muoversi in ogni direzione (in su, in giù, di lato, ecc.). Secondo il dott. Bates, quando guardiamo qualcosa distante il bulbo oculare diventa più corto, e si allunga se l'oggetto osservato è vicino a noi.

Secondo lui la miopia (vista corta), l'ipermetropia (vista lunga),e la presbiopia (vista vecchia) ed altre problematiche, sono delle condizioni nelle quali il globo oculare è costantemente mantenuto, più lungo o più corto, dalle tensioni muscolari (inconsce) dei muscoli esterni dell'occhio. Si comprende perciò perché ha elaborato degli specifici esercizi di rilassamento per risolvere tali problemi.

Il dottor Bates pensava che un temperamento fortemente nervoso, con tendenza alla tensione mentale ed alla rigidezza di pensiero, creasse le tensioni che abbiamo visto, generando deficienze della vista più o meno gravi. È ovvio che un eccesso di lavoro, preoccupazioni, paura, ansietà, ecc., non possono far altro che peggiorare la situazione. Pertanto la nota fondamentale del Metodo Bates è il rilassamento.

Se la mente del paziente riesce a rilassarsi, allora i muscoli e i nervi collegati agli occhi diventeranno a loro volta rilassati, e questo rilassamento mentale e fisico creerà i presupposti con i quali la visione potrà diventare nuovamente normale.


PRESENTAZIONE DEL METODO up.jpg

Testo tratto da: Senza occhiali - Il metodo Bates per migliorare la vista
di Giorgio Ferrari, Macro Video - Macro Edizioni

Attraverso una serie di tecniche ideate dal Dr Bates, l’autore ci mostra la possibilità concreta e accessibile a tutti, di educare la propria vista a un naturale e corretto funzionamento, base indispensabile di una buona visione.

Il metodo Bates è un percorso di educazione visiva. Praticare le diverse tecniche non ha lo scopo di far vedere bene, quanto quello di permettere di comprendere, a chi le pratica, qualcosa di se stessi che contribuisca a togliere lo sforzo inconsapevolmente usato nel tentativo di vedere. Le tecniche non sono esercizi, intesi nella loro essenza ginnica.

Le tecniche Bates sono stimoli per capire cosa si sta sbagliando nella pratica del vedere. Errori, inconsapevoli per chi li esercita, che determinano l'insorgenza di difficoltà visive di varia natura. Eliminare gli errori corrisponde a creare le migliori condizioni per tornare a vedere bene. Un concetto troppo semplice perché sia compreso immediatamente da "menti" in costante tensione il cui solo scopo è di rendere tutto complesso e indurre nell'errore costante, nel nostro caso visivo.

Uscire da questa condizione però è possibile. Bisogna solo praticare il Bates e farlo a determinate condizioni. Vediamo ora di seguito come fare. Ogni esperienza proposta dal metodo Bates deve essere sempre eseguita mettendo, e mantenendo, la propria attenzione su se stessi durante la pratica del metodo. Si deve percepire tutto ciò che la tecnica Bates, che stiamo utilizzando, ci procura: movimenti involontari, contrazioni, tensioni, eccetera.

Nell'esecuzione delle tecniche, tutto ciò che facciamo di diverso dall'essere rilassati e presenti coincide con un errore. Prendere nota dell'errore è il primo passo per poterlo correggere. Se quando camminiamo inciampiamo continuamente nei nostri stessi piedi, non potremo mai correggere una siffatta deambulazione se prima non ci rendiamo conto di inciampare. Come possiamo correggere il nostro atteggiamento visivo se prima non riusciamo a percepirlo come sbagliato?

Il metodo Bates ci insegna proprio questo. Praticarlo per evidenziare, quando ci sono, atteggiamenti e comportamenti contrari a ciò che è relativo; a una naturale visione, dei quali non siamo consapevoli. Ci sono persone che non sbattono mai le palpebre, ma non sanno di farlo. Ci sono persone che, se devono vedere bene qualcosa, smettono di respirare, persone che per allontanare e riavvicinare la distanza a cui vedono bene (ad esempio vedere un dito allontanarsi e poi avvicinarsi ai propri occhi), non abbassano mai le palpebre per modificare i parametri di accomodazione. Altri che, se devono guardare in una direzione specifica, ruotano il capo e il tronco in quella direzione, ma non muovono gli occhi. Persone che, per vedere ciò che hanno di fronte (soprattutto miopi), fissano strenuamente il centro dell'immagine e cercano di percepirla bene per intero.

IL METODO IN PRATICA up.jpg

Senza Occhiali - Il Metodo Bates per Migliorare la tua Vista.

Macrovideo www.macrovideo.it

Videocorso completo, con manuale ed esercizi pratici, per imparare a gestire al meglio la tua vista e liberarti dal disturbo degli occhiali, senza farmaci o operazioni chirurgiche.

Con DVD di 128 minuti.

Rivolto a tutte le persone con difficoltà visive.

Il metodo Bates è la più naturale e geniale pratica di educazione visiva attualmente disponibile.

Attraverso una serie di particolari tecniche ideate dal Dr. Bates, l’autore ci mostra la possibilità concreta di educare la vista a un naturale e corretto funzionamento.

Strumento valido anche per tutti gli educatori in genere e per i terapisti di discipline olistiche e naturali che sempre più spesso si scontrano con le difficoltà visive dei propri allievi e pazienti.

Appassionante anche per tutti quelli che godono di una buona vista e intendono conoscerla meglio e preservarla nel tempo.

Per comperare il libro in Internet clicca qui.

Un video esplicativo up.jpg

Siti interessanti up.jpg


Sommario "Miglior Vista" Sommario "Studio Facile" Home page

"www.viveremeglio.org"
Un sito dedicato all'uomo, al suo benessere e al suo destino.